101storiesapienti, psicanalisi, psicologia, Recalcati, scrittura, Scrivere, terapia

Autopubblicazione come autoterapia

Autopubblicare un libro è come farsi terapia da soli: si evita il contatto con un Terzo, con la mediazione, con la Realtà.

Il meccanismo è spiegato da Recalcati nel libro su Telemaco, quando parla dell’eredità dei padri. L’idea è: non si può fare tutto da soli, ricominciare da capo come se niente fosse, da zero. L’eredità del padre va accettata, accolta, interiorizzata. Altrimenti rischiamo di non essere davvero adulti completi.

Chi rifiuta il Terzo, la mediazione, rimane nel limbo, non cresce, non diventa davvero se stesso.

Oltre al fatto di riconoscere il valore in sé dell’autopubblicazione, forse allora c’è questo elemento in quello che sto facendo: il non voler crescere. A tutti i costi.

Advertisements
Standard
Scrivere

Giorno n* 46

Ho letto, sto leggendo, finendo, consumando

Pronto soccorso per scrittori esordienti.

Mi consolo per tutta una serie di cose, leggendo:

1. per le mille parole al giorno, che valgono sempre;

2. per il richiamo ai soldi, alle cose che tutti vogliono fare, in fondo, anche se non lo dicono,

3. per il richiamo all’energia giusta per sostenere 12-15 ore al giorno di scrittura pesante e di tutti i tipi,

4. per la filosofia di vita, che ci vuole sempre, di qualsiasi tipo.

Alla fine di tutto, mi restano aggrappate   27 storiesapienti.

Al tempo stesso, mi resta una vita (non un’esistenza, direbbe London) da mandare avanti.

E l’articolo di Cotroneo sui dilettanti citato da Caterina Policaro su cui vorrei poi fare un post a parte, perché in fondo parla di me.

Standard
101storiesapienti, Poesia, Poesie, poeti, poets, poetry, writing, scritture, sapientinellarete

Poesie devastanti

I know I have a fickle heart and a bitterness,
And a wandering eye, and heaviness in my head.
(Adele)

Un giorno andrò ad ascoltare Arsenio Bravuomo o Guido Catalano o tutti e due insieme o separati.

Li ho “non conosciuti” su facebook leggendo le loro poesie e mi piace davvero leggerli. Tutti e due. Insieme. O separati.

Standard
101storiesapienti

The book is on the table

The book is on the table.

Unfinished.

Non c’è nulla di davvero preoccupante.

Mi mancano alcuni passaggi ma il disegno generale è completo.

Oppure.

Non c’è nessun disegno generale.

I passaggi intermedi ci sono tutti.

Come far finta di nulla quando le cose scorrono, ad esempio

Standard
Scrivere

101 storie sapienti: il blog

Allora…

101 storie sapienti è il libro che sto per pubblicare.

Questo è il blog di supporto del libro.

E il libro è sostanzialmente quasi finito o in via di completamento o di s-finimento.

Tutto ruota attorno al numero 101.

Come 101 storie zen, naturalmente.

Tante storie tutte s-legate una dall’altra.

Tutte storie follemente sapienti.

Standard